In Italia il tumore al seno colpisce ogni anno più di 50.000 donne e circa 500 uomini. 

Il trend dell’incidenza sulla popolazione residente nel Nostro Paese mostra un incremento di poco meno di un punto percentuale tra il 2013 e il 2017, ma con una mortalità che decresce di più del doppio (-2,2%). 

Le donne presentano un tasso di guarigione maggiore rispetto agli uomini e, a 5 anni dalla diagnosi, guariscono in quasi il 90% dei casi. 

(fonte: “I numeri del cancro in Italia 2017” di Aiom Airtum). 

Il sostanziale supporto alla consapevolezza  come la diagnosi precoce e il finanziamento della ricerca, ha contribuito a creare progressi nella diagnosi e nel trattamento del tumore al seno. 

Per impedire la formazione di nuovi tumori, gli scienziati esaminano i fattori di rischio e i fattori i protettivi. 

Tutto ciò che aumenta le possibilità di sviluppare il tumore al seno  è chiamato fattore di rischio,  tutto ciò che riduce la possibilità di sviluppare il tumore al seno è chiamato fattore protettivo . 

Alcuni fattori di rischio per il tumore al seno possono essere evitati, (esempio il fumo)  altri non possono essere evitati  ( esempio l’ereditarietà di alcuni geni) . 

L’esercizio fisico regolare e una dieta sana possono essere fattori protettivi per alcuni tipi di tumore al seno . 

Perciò evitare i fattori di rischio e aumentare i fattori protettivi può ridurre il rischio di contrarre il tumore al seno. 

È per questo motivo che abbiamo  stilato le dieci accortezze comportamentali che possono ridurre il rischio e in moltissimi casi evitare di avere a che fare con il tumore al seno”:

 

DECALOGO della PREVENZIONE del TUMORE al SENO

1. svolgere attività fisica regolare:  30 minuti al giorno sarebbe l’ideale;

2. tenere sotto controllo il proprio peso corporeo:  BMI < 30; ideale sarebbe tra 18- 25

3. assumere regolarmente calcio e vitamina D:  esporsi alla luce solare, anche non diretta, per almeno 30 minuti al giorno;

4. consumare ad ogni pasto frutta e verdura; consumare cereali integrali: 25-30 grammi al giorno;

5. bere un paio di litri di acqua al giorno;

6. limitare il consumo di carni rosse ed evitare il consumo di carni conservate;

7. allattare al seno per almeno 6 mesi;

8. non fumare;

9. limitare il consumo di alcool;

10. effettuare controlli periodici con strumenti specifici al fine di accedere ad una “Prevenzione su Misura”